Yape, il drone corriere (italiano) che cammina autonomamente per le città

yape

Chissà che la risposta tutta italiana al delivery robot che Yelp impiega a San Francisco per consegnare i pasti, non stia per arrivare! Sta per nascere infatti Yape, Your Autonomous Pony Express, un veicolo elettrico a due ruote che è stato progettato proprio per muoversi in totale autonomia tra le strade strette e spesso affollate delle grandi città europee. Ma queste sue doti non saranno fini a se stesse: compito di Yape sarà consegnare la merce 24 ore su 24.

A progettarlo è stata E-Novia, incubatrice d’imprese operante nel milanese, che per questa sua iniziativa ha ricevuto l’appoggio (e i fondi) da parte di Brembo e Dompé. “La tecnologia in dotazione di Yape – spiega l’ad – permette a questo apparecchio di poter contare su un’elevata mobilità nei contesti urbani, in quanto utilizza una rappresentazione digitale della città che va ad incrociarsi con una costante implementazione di algoritmi sviluppati dall’intelligenza artificiale”.

Yape infatti sarà in grado di camminare sui marciapiedi e sulle piste ciclabili rispettando i limiti di velocità dell’uno e dell’altro contesto. I suoi motori elettrici autonomi (uno per ruota) e la capacità di carico di 70 chilogrammi, inoltre, saranno per lui motivo di efficienza, tempestività e sicurezza. Yape si muoverà senza problemi nel traffico cittadino e consegnerà la merce in tempi puntuali: a lui potranno essere affidati pacchi di svariato genere, perché tanto il settaggio dei dati di spedizione verrà rielaborato dal “cervello” interno, dotato all’occorrenza di un sistema di riconoscimento facciale.

Se tutto andrà per il meglio, Yape potrebbe finire sul mercato a settembre, per poi inaugurare a dicembre il suo servizio di consegne “con un autorevole operatore di e-commerce” che per il momento non ci è dato conoscere (Amazon, sei forse tu?).