Venezia, turista fa volare aeromobile su piazza San Marco: denunciato

piazza san marco

Non è certo la prima volta che parliamo di turisti puniti per aver fatto volare un drone su aree su cui non sarebbe permesso farlo. Storie di questo genere sono arrivate da diverse parti del mondo e d’Europa, ma l’ultima riguarda proprio l’Italia.

Un turista svizzero, infatti, è stato multato dalla polizia di San Marco per aver fatto volare un drone nella principale piazza di Venezia. In un luogo in cui è vietato far volare qualsiasi genere di apparecchio, quindi non solo droni professionali, ma anche semplici aeromobili e droni giocattolo. L’uomo di 43 anni è così stato denunciato per aver violato le norme sulla navigazione interna e il drone da lui pilotato è stato posto sotto sequestro.

L’episodio si è consumato lo scorso fine settimana, nel tardo pomeriggio, quando i poliziotti deputati al controllo di piazza San Marco si sono accorti che un aeromodello telecomandato stava facendo delle riprese attorno al museo Correr. Gli agenti si sono così fatti largo tra la folla fino a quando hanno individuato il pilota, al quale è stato chiesto di far atterrare con prudenza il drone. Una volta portato in commissariato, il 43enne è stato denunciato. I dati di volo, le fotografie scattate e i video ripresi dal dispositivo sono ora al vaglio degli investigatori.

D’altronde, prima di portarsi un drone o un aeromobile in vacanza, bisogna sempre informarsi preventivamente sulle regole vigenti nel posto di destinazione. Tanto più se l’intenzione è quella di far volare l’apparecchio su aree nelle quali si prevede esserci un assembramento di persone.