Usa, Fbi lancia l’allarme: droni nelle mani dei terroristi

christopher wray

I droni, si sa, possono essere usati a fin di bene, ma possono anche essere impiegati per fini tutt’altro che nobili. I gruppi terroristici infatti stanno cercando di utilizzare i droni proprio per sferrare degli attacchi negli Stati Uniti, e di questo ne è assolutamente convinto il direttore dell’Fbi Christopher Wray.

“Penso che sia ormai noto a tutti che le organizzazioni terroristiche siano interessate ad usare i droni”, ha detto Wray durante un’audizione tenuta presso la Commissione per la sicurezza interna e gli affari governativi del Senato. “Abbiamo constatato che all’estero questo tipo di attacchi sono sempre più frequenti, e le previsioni ci dicono che la stessa cosa potrà accadere anche qui da noi”.

Il direttore dell’Fbi ha poi puntualizzato che i droni “sono tutto sommato facili da gestire e abbastanza difficili da monitorare”.

Una preoccupazione condivisa da Nicholas Rasmussen, direttore del National Counterterrorism Center, che ha spiegato: “Un paio di anni fa questo non rappresentava un problema, un anno fa era già emergente, mentre ora è un vero e proprio problema. Quindi stiamo cercando velocemente di adeguare le nostre strategie ai tempi che corrono”.

Rasmssen ha aggiunto che le agenzie anti terrorismo si stanno dando un gran bel da fare per capire come si stanno muovendo i terroristi e in che modo hanno intenzione di sfruttare i droni per le loro attività criminali.