Uber Eats svela il suo programma per le consegne di cibo a domicilio

uber eats
 

La frenesia alimentare continua. Uber Eats, una delle app di consegna di cibo più popolari, vuole salire di livello.

Fattorini che consegnano cibo dopo averlo prelevato da un ristorante? Storia vecchia. Alla Uber Elevate Asia Pacific Expo svoltosi in Giappone, l’azienda ha svelato il futuro delle consegne: i droni. Il progetto della Uber Elevate, team specializzato che ha ottenuto l’esperienza necessaria grazie a quanto appreso sui velivoli senza pilota dalla UberAir, prevede consegne più veloci, più economiche e più affidabili.

La Uber aveva già intrapreso colloqui serrati con la statunitense Federal Aviation Administration (FAA) per quanto riguarda l’UberAir; quindi, appare scontato che i colloqui siano adesso incentrati su questo nuovo progetto sulla consegna a domicilio dei droni. In attesa di ricevere risposte positive, il team della Uber Elevate ha già testato alcuni droni a San Diego nell’ambito di una programma pilota per la consegna urbana in alcuni punti della città.

A livello mediatico, l’Uber Eats ha avuto un buon metà anno, con la sua app scaricata più volte rispetto ai concorrenti su dispositivi Android. Inoltre, l’azienda ha affermato di aver aumentato la sua piattaforma Eats per le prenotazioni in 293 città di tutto il mondo, con la maggior crescita che si sta verificando nel mercato Asia / Pacifico.

Allo stato attuale, è ancora difficile stabilire quando avverranno le prime consegne di cibo tramite i droni; ma, utilizzando come termine di paragone il servizio di Amazon Prime Air, la Uber Elevate dovrà senza ombra di dubbio affrontare tempistiche lunghe, con verifiche di fattibilità e sicurezza che potrebbero causare dei ritardi.