Snapchat ora guarda ai droni: che cosa bolle in pentola?

snapchat

Le intenzioni di Snapchat sono più che mai chiare: la società che ha dato vita alla celebre applicazione mobile, ora è impegnata su un altro fronte ancora. Su un fronte leggermente diverso rispetto a quello su cui si è sempre specializzata, perché stavolta oggetto del contendere sono proprio loro, i droni.

Secondo un’indiscrezione rilanciata dal sito TechCrunch, il brand californiano sarebbe intenzionato ad acquisire un’azienda cinese specializzata nella produzione di droni, e per questo tipo di operazione pare siano stati messi sul tavolo tra i 150 e i 200 milioni di dollari.

Zero Zero Robotics, questo il nome della società asiatica su cui Snapchat avrebbe avrebbe puntato gli occhi, è nota per aver sviluppato un drone che sfrutta il riconoscimento facciale per fare foto dall’alto a determinate persone. In pratica, con questo tipo di drone ci sarebbe la possibilità di farsi scattare foto a volontà senza che siamo noi a doverglielo dire ogni qualvolta (l’ideale per i viaggiatori, non vi pare?).

Questo in ogni caso non è il primo impegno che Snapchat sembra prendersi su un segmento di mercato che non le appartiene più di tanto. Già in passato, infatti, Snap aveva messo le mani su Ctrl Me Robotics, altra compagnia, stavolta californiana, specializzata nei droni. Per non parlare poi di Spectacles, cioè degli occhiali-telecamera poi resi disponibili alla vendita (e tuttora sul mercato).