Rho, polizia all’avanguardia: droni, telecamere e non solo!

Rho

Lo abbiamo ripetuto a più non posso: laddove non arrivano gli occhi degli agenti di polizia, ora ci arrivano quelli del drone! Ecco quindi che anche la polizia di Rho ha deciso di munirsi di un aeromobile a pilotaggio remoto, ovviamente dotato di telecamera, e di tutta un’altra serie di apparecchiature di rilevazione mobile.

Questa nuova dotazione altamente tecnologica servirà alle forze di polizia per monitorare varie aree urbane e stradali, ed eventualmente per capire dove c’è effettivo bisogno di intervenire. Il drone verrà utilizzato anche per effettuare indagini su abusi edilizi, così come per reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree più remote del territorio (cioè nei boschi, dove i trafficanti sono soliti nascondersi proprio perché difficili da sorvegliare).

Quella che è finita in dotazione ai poliziotti di Rho “è una nuova strumentazione che mira ad aumentare l’operatività del nostro Comando e che al tempo stesso espone a minore rischio gli agenti in caso di intervento problematico”, spiegano da corso Europa. E droni e telecamere sono già stati messi in funzione in questo caldo mese d’agosto, soprattutto per la sorveglianza delle strade e per il rilevamento delle targhe. Questo permetterà di accertare in tempo reale se la macchina è stata rubata, e se è in regola con l’assicurazione e la revisione.

Ma non è finita qui, perché oltre ai droni e alle telecamere, gli agenti di Rho possono contare anche su una rete web e cellulare più potente: oltre al tradizionale sistema radio, le forze di polizia godranno di un’interazione diretta con la Centrale Operativa così da fornire in diretta informazioni su una data situazione e risolvere tempestivamente il problema.