Il primo drone con connettività 5G ha spiccato il volo

connettività 5g

La T-Mobile ha dato ufficialmente il via la volo inaugurale dei droni 5G. In collaborazione con la Huawei, con questa nuova generazione di UAV l’azienda ha inteso lanciare una metodologia di controllo del drone molto più veloce e in tempo reale, in modo da trasmettere l’immagine proveniente dalla telecamera ad alta risoluzione.

Fino ad oggi i droni si muovono in una rotta prestabilita e riuscire a controllarli in modo efficiente attraverso le reti mobili è sempre stato impossibile, come ad esempio in operazioni di soccorso dove il percorso non viene programmato in anticipo. In questi casi viene sempre e solamente utilizzato il segnale Wi-Fi, nonostante i limiti associati alla portata e al trasmettitore.

L’uso del 5G apre una nuova dimensione nelle applicazioni innovative dei droni, che potrebbero persino aiutare a salvare vite.

Il Dr. Thomas Pühringer, Presidente di IKB, ha dichiarato: “Affinché la T-Mobile sviluppi la rete mobile 5G in tutta l’Austria, ha bisogno di partner locali che soddisfino gli elevati standard richiesti dalle reti in fibra ottica. IKB dispone dell’infrastruttura necessaria ad Innsbruck e può supportare lo streaming video mobile, lo streaming HD e molte altre applicazioni di dati ad uso intensivo.

“Abbiamo una rete in fibra ottica lunga 640 chilometri e ad alte prestazioni che ci consente di offrire una navigazione ultraleggera, TV Full-HD e il trasporto di elevati volumi di dati con una perdita di velocità pari a zero”, ha spiegato.

“La Huawei sta rivestendo da molti anni la parte del leone grazie alle sue capacità di ricerca e sviluppo della tecnologia 5G. Oggi siamo in prima linea nel settore e siamo lieti di presentarci come pionieri del 5G insieme alla T-Mobile” ha affermato Erich Manzer, Vice Direttore Generale di Huawei Austria. “Il 5G supporta velocità significativamente superiori a quelle del 4G, aprendo così opportunità fino ad ora sconosciute”.