Pesaro, droni per combattere l’incendio al Parco San Bartolo

parco san bartolo

Ieri notte sono stati utilizzati dei droni per combattere il propagarsi di un incendio avvenuto al Parco San Bartolo, nel pesarese. Due ragazzi, muniti di rispettivo drone, hanno infatti aiutato di loro spontanea volontà i Vigili del Fuoco impegnati nelle operazioni di contenimento delle fiamme.

I droni sono stati molto utili per monitorare l’incendio e sorvolare quindi tutta la zona: ogni qualvolta i velivoli intercettavano un’area all’interno della quale si stavano per propagare le fiamme, i Vigili del Fuoco venivano fatti intervenire tempestivamente così da prevenire per tempo un danno che sarebbe poi stato molto più difficile da contenere.

I due ragazzi eroi che hanno messo i loro droni al servizio dei Vigili del Fuoco sono Marco Mastrorocco e Alex Nucci, che per questo tipo di operazione hanno ricevuto il via libera dal comandante stesso dei Vigili del Fuoco locali. I due piloti, per riuscire ad introdursi nelle aree off limits, sono stati scortati dai carabinieri. “I vigili del fuoco – ha spiegato Marco – facevano da barriera alle case di Casteldimezzo e FIorenzuola, tenendo costantemente il fuoco sotto controllo. Le persone invece sono state fatte evacuare”.

Le operazioni non sono state affatto facili, visto e considerato che le temperature roventi di questi giorni e il vento di fuoco che alitava continuamente sulle fiamme, non hanno aiutato di certo. Ad ogni modo, la popolazione locale (circa 70 residenti) è stata radunata in un campo allestito a Pesaro, nel vecchio Palas di viale dei Partigiani. Il bilancio, diverse ore dopo l’inizio dell’incendio, è agghiacciante: gli operatori che hanno prestato soccorso al Parco San Bartolo parlano di “danni gravissimi”.