Il North Dakota apre le porte al programma federale sui droni

north dakota

Si potrebbero aprire delle porte per l’industria aeronautica senza pilota nel Nord Dakota, grazie ad un programma federale che consente ai governi locali di collaborare con altri del settore.

Il presidente Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo alla fine del mese scorso, che lancerà il programma di integrazione UAS, un esperimento triennale che darà ai governi statali e locali la possibilità di stabilire “zone di innovazione per la sperimentazione di operazioni complesse UAS”. L’obiettivo è quello di integrare gli aerei senza equipaggio, conosciuti anche come droni, nello spazio aereo locale e accelerare il test delle operazioni UAS.

Il programma consentirebbe ai candidati migliori di formare partenariati con altre entità pubbliche o private. Il Dipartimento di Trasporti Usa sceglierà almeno cinque candidature per partecipare al programma.

L’ordine esecutivo consente alle comunità che vogliono sostenere la tecnologia dei droni una possibilità di sviluppare l’industria dei droni” ha detto Swoyer Jr. presidente di Grand Sky Development Co. Grand Forks, per esempio, è sede del Grand Sky, un parco tecnologico stabilito a ovest della città che consente alle aziende di ampliare le proprie capacità UAS. Inoltre è stato utilizzato per testare le normative federali, per pilotare più droni contemporaneamente e ha la luce verde per condurre voli fuori linea senza gli aerei chaser.

“Lo Stato del Nord Dakota ha tanto da offrire questa industria”, ha detto Swoyer. “Saranno probabilmente scelte diverse località nel North Dakota”. Il senatore John Hoeven ha dichiarato che “il programma ha buone opportunità di essere messo in atto. Troveremo delle partnership significative con l’industria ma saranno in numero ridotto, non più di 10”.