Le aspettative del mercato dei droni per il 2018

droni aereo

Oscuro, nebuloso, indefinibile. Qualsiasi aggettivo si possa applicare quando si parla di futuro commerciale dei droni risulterebbe un puro gioco di stile. In realtà basterebbe semplicemente osservare tendenze e opportunità per capire le prospettive in questo settore nel 2018.

Un rapporto pubblicato di recente dall’Interact Analysis ha messo in evidenza come i droni UAV possano inserirsi in un contesto industriale applicativo in vari paesi europei; oltre questa visione locale, il mondo intero potrebbe giovarsi delle continue innovazioni tecnologiche che apporterebbero un cambiamento sostanziale ed un impatto notevole sulla società umana.

Nell’ambito normativo, è difficile pensare di creare regole uniformi per tutti i paesi europei. Gli operatori commerciali e fornitori continueranno a focalizzarsi su singoli segmenti di mercato in termini di soluzioni, ognuno canalizzato in modo diverso. In pratica i fornitori rimarranno concentrati sulle opportunità in un piccolo numero di paesi, almeno fino a quando la maturazione industriale non raggiungerà vette elevate.

Addentrando il discorso nell’aspetto puramente applicativo, vedremo i droni occuparsi della sicurezza sia industriale che pubblica; Parrot, famoso fornitore, dovrebbe rilasciare dei nuovi modelli economicamente accessibili e destinati ad applicazioni commerciali.

I media e l’intrattenimento resteranno comunque il più grande mercato per i prossimi anni, ma il sorpasso avverrà sicuramente grazie alla crescita in altri settori, come l’edilizia, l’ispezione degli edifici, la sicurezza pubblica, il petrolio e il gas.

Anche nel 2018 la domanda sarà sempre maggiore in paesi come Francia, Germania e Regno Unito. Essendo le tre economie più forti in Europa, la cosa non deve sorprendere. Il Regno Unito è stato tra i primi ad adottare i droni per la sicurezza pubblica; la Francia ha utilizzato prevalentemente i droni per l’ispezione e l’edilizia. In Germania la tendenza è stata simile a quella francese, ma con un significativo utilizzo dei droni nell’energia rinnovabile, nell’ispezione degli impianti solari ed eolici.