La Norvegia utilizzerà i droni per stanare la spazzatura nei fiordi

fiordi norvegesi

Oslo, capitale norvegese, si è rivolta alle nuove tecnologie per individuare i rifiuti nei fiordi in modo che i sommozzatori possano perlustrarli dal fondo del mare. Lo scorso giovedì i membri del consiglio di amministrazione dell’Autorità portuale di Oslo hanno approvato un piano pionieristico di rimozione dei rifiuti.

“Utilizzeremo i droni” ha detto Svein Olav Lunde, responsabile tecnico dell’Autorità portuale di Oslo, poco dopo l’incontro, spiegando come degli UAV saranno utilizzati per aiutare a sgomberare l’ammasso di rifiuti sott’acqua. I droni si tufferanno nelle profondità del fiordo di Oslo in primavera. Una nave a propulsione elettrica dotata di una gru entrerà a far parte della flotta di pulizia entro il prossimo anno.

La decisione di abbracciare la tecnologia dei droni è stata presa anche a causa di un delfino trovato morto sulla spiaggia, il quale era intrappolato nella plastica. L’immagine del cetaceo ha fatto il giro dei social network in Norvegia, sensibilizzando la popolazione a chiedere di mantenere incontaminata la bellezza naturale della costa frastagliata.

Sono gli ambientalisti però a guidare la protesta. Piani ambiziosi per ripulire i rifiuti industriali e le acque reflue della città sono in corso da decenni, insieme a una proposta per un centro città privo di auto e al divieto di utilizzare petrolio per riscaldare edifici; misure, queste, che dovrebbero entrare in vigore nel 2020.