La Flirtey pioniera in Nevada nell’uso dei droni medici

flirtey

Con l’incalzante lavoro da parte del Governo statunitense per creare delle normative certe che andranno a regolamentare l’utilizzo dei droni commerciali, la Flirtey si sta preparando ad offrire alla comunità droni in grado di salvare e migliorare la vita dei cittadini.

L’azienda, insieme alla città di Reno, ha recentemente presentato una domanda per mettere in atto un programma pilota, approvato dall’amministrazione dell’aviazione federale, con il quale si consegneranno farmaci e altro attraverso l’utilizzo dei droni.

Analizzando il progetto dal punto di vista del business, si evince come l’accessibilità economica alla tecnologia dei droni garantisca la creazione di una rete di UAV capillare per consegnare rapidamente oggetti a persona in difficoltà, salvandogli quasi sicuramente la vita.

Attualmente in Svezia si utilizzano droni che trasportano defibrillatori, e l’UNICEF li utilizza per trasportare medicinali nelle aree fortemente carenti di infrastrutture, come il Malawi. Osservando attentamente questa nuova tendenza, non si può fare a meno di considerare come i droni stiano diventando la soluzione moderna a vecchi problemi: arrivare velocemente su una scena di un incidente stradale in un modo che nessuna mezzo convenzionale può attualmente fare.

Per quanto riguarda i materiali medici, la Flirtey ha già iniziato a testare la consegna di defibrillatori automatici esterni dallo scorso ottobre, che potrebbe migliorare notevolmente le attività salvavita se implementata in modo più ampio.

Matt Sweeney, CEO della Flirtey, ha dichiarato in merito: “Un solo drone che trasporta il defibrillatore sarà in grado di salvare una vita ogni due settimane nella sola città di Reno”. Ha poi continuato dicendo che “possiamo creare un precedente qui a Reno ed estenderlo in tutto il paese”.