In Francia arriva il drone che controlla e multa gli automobilisti

drone sulle autostrade in francia

A Bordeaux la CRS Autoroutiére d’Aquitaine ha pensato bene di impiegare un drone per il controllo degli automobilisti indisciplinati e, qualora ce ne fosse il bisogno, per procedere con le multe. Stando a quanto si apprende da fonti di informazione locali, il drone utilizzato per il controllo del traffico stradale misura 45 cm di diametro e viene guidato da un pilota specializzato, appostato su alcuni punti dell’autoroute A10 (l’autostrada che collega Parigi a Bordeaux).

Da quel punto, il piccolo velivolo bianco tiene sotto controllo il traffico stradale, vigilando sui comportamenti pericolosi degli automobilisti che spesso telecamere e pattuglie della Stradale non riescono a stanare (qualche esempio è dato dal mancato rispetto della distanza di sicurezza o dal superamento a destra, cioè da quei comportamenti che esulano dal classico superamento dei limiti di velocità).

In pratica il drone coglie in flagrante chi commette infrazioni stradali, dopo di che la polizia, piazzata strategicamente nelle vicinanze, controlla le immagini catturate dal drone e, in caso di infrazione accertata, stacca la rispettiva multa.

Questo drone, il cui impiego costerebbe circa 10 centesimi per ogni ora di volo, dovrebbe permettere di ridurre il numero di incidenti su strada, aumentare il numero delle multe dinanzi a episodi di infrazione e controllare in modo più attento il traffico estivo. Le sperimentazioni sono già state condotte la scorsa estate, per cui il drone in questione si appresta ormai a diventare operativo in tutto e per tutto e a quanto pare a fare d’esempio per diverse altre zone della Francia: sembra infatti che anche altre strade verranno raggiunte dalle “pattuglie di droni”.