Il Drone rileverà gli ostacoli e non farà più crash

sistemi sicurezza droni

sistemi sicurezza droniCarissimi lettori, le novità sui droni non finiscono mai. La chicca di oggi? sensori in grado di rilevare ostacoli ed evitarli, cosa non ancora possibile in modo autonomo per i velivoli a pilotaggio remoto.  Ciò crea ulteriori problematiche per la sicurezza del volo di un drone.

E la sperimentazione a che punto è? Si tratterebbe di munire i multicotteri di sensori, che grazie ad un particolare software anticollisione riuscirebbero ad individuare l’ostacolo evitando l’impatto con esso. Riuscite ad immaginare uno spazio di cielo trafficato da droni che non sono in grado di evitarsi l’un l’altro?

La ricerca tecnologica sta mirando a risolvere tali problemi. Si sta cercando di utilizzare una combinazione di sensori aerei e terrestri, in grado di fare eseguire al velivolo manovre per evitare l’impatto senza l’intervento del pilota. Tra le opzioni dei ricercatori, si fanno spazio T-CAS (sistema di traffico anticollisione) oppure ADS-B transponder, una tecnica di controllo del traffico aereo, con la quale si potrà calcolare l’altitudine,la velocità e la distanza tra un velivolo ed un’altro.

Sono ancora oggetto di analisi dei ricercatori: radar aerei, e sensori elettro-ottici anche se ancora tutto è ” work in progress “. Lo scopo di tutto questo? Rendere il drone del tutto autonomo, senza dover obbligatoriamente usufruire dell’intervento del pilota e dell’utilizzo del radiocomando.

Le sfide per la realizzazione e la creazione di queste sofisticate apparecchiature non sono poche, riuscire ad ottenere tale tecnologia in congegni piccolissimi e leggeri è molto difficoltoso. Tutti i metodi tradizionali utilizzati ad oggi (radar per la rilevazione di altri aeromobili) non sono adattabili ai droni, hanno dimensioni troppo grandi, pesano troppo e consumerebbero troppa batteria.

Ma l’ostacolo più grande è quello di riuscire a creare un sistema in grado di replicare il processo decisionale umano, cosa assai difficile. Anche se ad oggi tutto ciò appare irrealizzabile, la ricerca tecnologica è un settore che non demorde, ci sono in gioco troppi interessi, basta pensare che negli States è la NASA – nella base di Moffett Field – a portare avanti un programma di sperimentazione per il controllo dei droni.

In futuro il Drone rileverà gli ostacoli e non farà più crash 😉