I droni per l’ispezione di piattaforme petrolifere sono realtà

drone ispeziona piattaforme petrolifere

I droni, di qui a breve, serviranno anche per ispezionare le piattaforme petrolifere. E in un certo senso non avrebbe potuto essere altrimenti visto che i droni vengono già impiegati nel monitoraggio di linee elettriche e gasdotti.

Stavolta ad essere chiamato in causa è un drone utilizzato dalla DNV GL, società leader nel mondo navale, che ha utilizzato tale apparecchio proprio per ispezionare una piattaforma petrolifera semi-sommergibile in Scandinavia, nel Mare del Nord. La piattaforma in questione è di proprietà della Prosafe e pesa la bellezza di 25 mila tonnellate, e viene normalmente utilizzata per operazioni molto complesse (vista la sua capacità di operare anche in condizioni ambientali particolarmente avverse).

L’uso dei droni a bordo di questo di questa piattaforma ha permesso ai tecnici della DNV GL di monitorare l’intera area, comprese le connessioni con le colonne centrali che sono fondamentali per assicurare il galleggiamento del mezzo. Il drone è stato poi impiegato per controllare serbatoi, contenitori di carico e i cosiddetti bracci “jack-up”. Insomma, con un drone alla mano si è riusciti a fare un lavoro di monitoraggio e di ispezione completo sotto ogni punto di vista.

E proprio per il successo dato dall’operazione, la DNV GL sta pensando di rendere strutturale questo tipo di procedimento: i droni, quindi, di qui a breve diverranno parte integrante della dotazione strumentale e risponderanno a un protocollo creato su misura per loro e per il loro lavoro.