Flytrex parteciperà al programma pilota FAA per le consegne con i droni

Flytrex

La Flytrex, compagnia logistica israeliana, sta collaborando con il governo statale della Carolina del Nord per entrare a far parte del programma pilota lanciato della Federal Aviation Administration (FAA) per integrare i droni in sicurezza nei cieli degli Stati Uniti. Grazie alla collaborazione coi governi statali, locali e con le società private, la FAA vuole creare nuove regole per consentire operazioni a bassa quota più complesse.

Ora che la Flytrex fa parte di questo programma, i droni potrebbero presto essere utilizzati per le consegne a domicilio, dal dentifricio al sushi. Yariv Bash, amministratore delegato dell’azienda, ha ammesso che Amazon avrà senza dubbio la fetta più grossa del business. “Anche una piccola porzione per noi equivale comunque ad un’attività molto redditizia” ha affermato. “Comunque è l’inizio di una nuova era. I droni rappresentano una modalità di trasporto molto più sicura, più economica, più veloce ed ecologica rispetto ai metodi di consegna classici e partecipare al programma pilota della FAA è un fantastico trampolino di lancio per diffondere l’utilizzo dei droni”.

Nel 2017 la Flytrex avviò un programma pilota con la UkrPoshta, il servizio postale ucraino, per la consegna di pacchi dal peso massimo di 3 kg, fino a 23 km tra andata e ritorno e ad una velocità massima di 70 km all’ora. La Flytrex ha inoltre condotto un test con un’azienda farmaceutica in Africa per fornire farmaci agli utenti in luoghi difficili da raggiungere.

L’azienda non produce droni, ma ha creato un back-end basato sul cloud che consente ai clienti di gestire a distanza un’intera flotta di droni. Un po’ come la FedEx, la quale non produce camion o aerei ma fornisce il software e le risorse umane per sfruttare al massimo gli strumenti esistenti.