Fa volare drone sull’Alpàa di Vercelli: rischia fino a 3 mesi

alpaa vercelli

Chi manovra dei droni dovrebbe aver chiare quelle che sono le più elementari regole di utilizzo, e invece sembra proprio che molte persone si comprino il loro aeromodello o il loro drone, e che poi lo lancino alla volta del cielo così, senza pensarci troppo.

Questo tipo di atteggiamento però può costare caro, e lo sa bene l’ennesimo malcapitato che si è ritrovato con una denuncia sulle spalle proprio per aver utilizzato il suo drone nella più totale violazione della normativa vigente.

Al centro di quest’ennesimo fatto è finito un 50enne di Borgosesia, M.O., denunciato dai carabinieri di Varallo per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. L’uomo si trovava al concerto di Mario Biondi, organizzato in occasione dell’Alpàa, e ad un certo punto, senza pensarci due volte, ha pensato bene di far volare il suo drone per riprendere la folla dall’alto.

Questo comportamento si inquadra però come una violazione del regolamento ENAC sui mezzi aerei a pilotaggio remoto, che infatti vieta il sorvolo di qualsiasi genere di apparecchio su assembramenti di persone. Tanto più in ore notturne. Ora l’uomo dovrà battersi in un processo che potrebbe portarlo a una condanna fino a un massimo di 3 mesi di carcere e 206 euro di multa.