Engie utilizza i droni nelle ispezioni: più efficienza e meno rischi

engie

Non solo gli Stati Uniti ma anche le aziende europee stanno utilizzando i droni per affrontare una varietà di progetti in modi più veloci, economici e sicuri. La ENGIE in particolare sta utilizzando gli UAV per ispezionare componenti vitali nelle centrali elettriche; così facendo ha creato numerosi vantaggi in tutta l’organizzazione.

La ENGIE è un’azienda leader nel settore dell’energia e dei servizi, attiva in circa 70 paesi. Il Gruppo è impegnato ad affrontare le principali sfide dettate dalla rivoluzione energetica, verso un mondo indipendente dal carbone, decentralizzato e digitalizzato, concentrandosi su tre attività chiave per il futuro: generazione a basse emissioni di carbonio, in particolare da gas naturale ed energie rinnovabili, infrastrutture energetiche e soluzioni integrate per i clienti.

L’innovazione è centrale nello sviluppo dell’azienda e si riflette anche nei suoi sforzi nell’utilizzo dei droni per ispezionare componenti importanti nelle centrali elettriche. Le ispezioni visive regolari sono spesso difficili a causa di problemi di accessibilità che richiedono agli ispettori di utilizzare impalcature o di indossare attrezzature speciali a causa delle limitazioni di ossigeno. I droni hanno eliminato i rischi a cui molti di loro sono quotidianamente esposti, consentendogli di svolgere il proprio lavoro molto più velocemente.

Le efficienze non fanno risparmiare solo tempo, ma tengono anche le persone fuori pericolo: la ENGIE è stata anche in grado di utilizzare i droni per creare previsioni quantificate fornendo un concetto notevolmente migliore del degrado in una particolare area e consentendo di affrontare i problemi prima che diventino critici. Grazie ai droni, il mantenimento dell’installazione è diventato più efficiente.