Easyjet: il drone ispezionerà l’ aereo

easyjet drone

easyjet droneSappiamo tutti che le compagnie aeree non possono permettersi di venir meno alla sicurezza. Inoltre, si conoscono gli esosi costi per essa e la quantità di tempo impiegata per ottenerne una massima.

Easyjet , uno dei vettori low cost più importanti e famosi, ha pensato bene di mantenere la sua efficienza abbassando i costi ed i tempi per la manutenzione, cosa inimmaginabile fino a qualche tempo fa.

Tutto ciò, sarà possibile grazie all’avvento dei droni e del lavoro svolto con gli ingegneri dei Bristol Robotics Laboratory. I multicotteri, infatti, verranno utilizzati come delle vere e proprie macchine per la radiografia, al fine di visualizzare ogni minimo problema presente sui velivoli. La compagnia ha completato i test, e sarà possibile l’inserimento dei droni in questo campo a partire già dal 2016.

Ciò significherà tempi di ispezione decisamente ridotti, efficienza altissima e conseguenti tempi e spazi ridotti per lo stoccaggio. Con i droni verrà introdotto anche l’utilizzo delle stampanti in 3d per sostituire parti della cabina. In questo modo si potranno avere pezzi di ricambio in loco ed in pochissimo tempo.

I motori di prossima generazione di Easyjet avranno componenti come: ugelli di iniezione, pale di ventilazione con filtro a carbone e ricambi in ceramica realizzati con queste sostanziose iniezioni di tecnologia. Capite bene che per una compagnia low cost come Easyjet, ridurre i tempi (giorni, ore) per riavere in perfetta funzionalità i propri velivoli è il massimo a cui si può ambire.

Obbiettivo: abbassare i costi senza rinunciare alla sicurezza. L’uso dei droni permetterà tutto questo! Altra novità, sarà la sostituzione del cartaceo ingombrante in cabina di pilotaggio con l’uso dei tablet.