Droni senza GPS, la sfida di NVIDIA: “Porteremo l’intelligenza artificiale sui droni”

drone nvidia senza gps

Il Gps è un sistema di navigazione molto utile e di cui infatti non riusciamo più a fare a meno. Capita però che il segnale non arrivi, specie nel bel mezzo di una foresta!

Per colmare questo gap, il chipmaker NVIDIA sta progettando un drone che sia in grado di ritrovare la strada usando la bussola, le mappe e i sentieri, esattamente come facevamo tutti noi prima che il Gps approdasse nelle nostre vite! Alla base di tutto ci sarà Jetson TX1, il cosiddetto “cervello”, grande come una carta di credito, a cui spetterà proprio il compito di registrare dati, strade e oggetti per poter poi essere in grado di ritrovare la strada di casa.

Secondo NVIDIA, il suo sarà il primo computer embedded basato su una rete neurale profonda, perché parliamo di un chip capace di far muovere il drone laddove c’è assenza di segnale Gps, ma anche di una tecnologia capace di identificare gli oggetti! Per intenderci, Jetson TX1 sarà in grado di capire che un albero è un albero, e che una persona è una persona, e quindi agirà di conseguenza. Se tutto va come dovrebbe andare, in sostanza, di qui a breve avremo dei droni pronti a comportarsi e a “ragionare” come fossero persone.

Per testare i velivoli in questo nuovo ambito d’uso, i tecnici NVIDIA proietteranno tale tecnologia nella ricerca e nel soccorso forestale, anche se l’ambizione è un’altra: portare i droni intelligenti ad esplorare non solo foreste, ma anche canyon e ambienti naturali vari, nonché trascinarli negli ambienti urbani laddove v’è un’alta concentrazione di palazzi e grattacieli. E chissà, magari, un giorno, avremo modo di vedere i droni senza GPS muoversi anche nei grandi magazzini!

D’altronde, come spiega il responsabile del progetto Nikolai Smolyanskiy, “Jetson ci offre la potenza di calcolo necessaria per portare l’intelligenza artificiale a bordo dei droni, che è requisito indispensabile per comprendere e navigare ambienti complessi”.