Droni, più rumorosi del traffico: lo dice la Nasa!

nasa

Secondo una ricerca della Nasa, il rumore del traffico di auto e camion è di gran lunga inferiore rispetto a quello prodotto dai droni. In sostanza, per l’orecchio umano il rumore dei droni è molto più molesto rispetto a quanto possa esserlo il traffico di città. A rivelarlo è la ricerca “Initial Investigation into the Psychoacoustic Properties of Small Unmanned Aerial System Noise” condotta da Andrew Christian e Randolph Cabell.

Il fatto che i droni siano così rumorosi e fastidiosi dal punto di vista acustico dovrà essere tenuto in considerazione dall’industria di settore, perché è chiaro che man mano che la tecnologia che sta dietro i droni si affinerà, anche il suono dovrà risultare sempre meno invasivo: di certo non avrebbe senso creare dei prodotti altamente tecnologici dal punto di vista delle funzioni e delle riprese aeree, e poi farli “cadere” sul discorso acustico.

Tra l’altro non è neanche escluso che un domani non possano essere gli enti di regolamentazione stessi a fare la voce grossa. Ora come ora il regolamento ENAC – così come qualsiasi altro regolamento vigente – non si esprime sul rumore prodotto dai droni, ma non possiamo escludere che un domani i vari regolamenti non possano arricchirsi di questo ulteriore dettaglio.

Ovviamente diminuire o persino azzerare l’impatto sonoro dei droni sarà una vera e propria missione, perché va detto che il rumore attualmente prodotto da questi apparecchi non è imputabile al loro motore (che può essere silenziato), ma dal rumore aerodinamico che per forza di cose viene a crearsi con lo spostamento delle eliche.

Infatti è qui che sta la ragione per cui il nostro cervello rigetta il suono dei droni e accetta quello del traffico: perché il rumore dei droni, essendo legato al volo, è per noi meno frequente (se non proprio sconosciuto). E il cervello cos’altro potrebbe fare a quel punto se non azionare i meccanismi di allarme?