Drone autonomo compie traiettoria “a 8” in un tempo record

altax testa pilota automatico

Molte aziende si stanno dando un gran bel da fare nello sviluppo di una tecnologia che possa rendere quanto più efficiente e preciso il pilotaggio autonomo dei droni. Fino a poco tempo fa si parlava soltanto di pilotaggio remoto per mano dell’uomo, ma per quanto non sia un qualcosa che possiamo attenderci per l’immediato futuro, le aziende stanno guardando già oltre, e cioè all’automatizzazione del pilotaggio dei droni.

Un esempio tangibile di questa continua ricerca ci arriva da Altax, che servendosi di un computer Raspberry Pi e avvalendosi del software Dronepilot, è riuscita a far sì che un drone eseguisse in modo completamente automatico un determinato movimento. Una sorta di “oscillazione a 8”.

E se si dà un’occhiata al video che riprende l’esito del test, ci si accorge non solo di come il drone sia capace di fluttuare nell’aria senza il comando dell’uomo, ma anche di quanto sia veloce la manovra che esegue. Già, perché parliamo di un movimento che si è riuscito a concludere in una sessione di appena 4 secondi. Secondo Altax siamo di fronte a un risultato sorprendente, in quanto finora nessun essere umano sarebbe in grado di riproporre lo stesso movimento a 8 con la stessa velocità.

Ma la verità non dà proprio ragione ad Altax: i dati pervenuti finora un po’ da tutto il mondo ci dicono che non è così impossibile, per l’uomo, replicare l’esperimento eseguito. Tuttavia la strada che si sta percorrendo sul pilotaggio automatizzato è comunque molto interessante, ambiziosa e utile, perché sicuramente aprirà porte ben più sorprendenti di quella varcata in questo momento da Altax.