Chiusura Olimpiadi Invernali: i droni inscenano un’altra spettacolare performance

olimpiadi invernali 2018

Così come era accaduto durante la cerimonia di apertura, anche quella di chiusura delle Olimpiadi invernali di PyeongChang è stata contorniata da una nuova spettacolare performance da parte dei droni “Shooting Star” di Intel.

Questa volta la flottiglia di droni era composta da sole 300 unità, ma lo spettacolo non è certo mancato: i droni hanno creato varie illustrazioni colorate nel cielo, tra cui la mascotte delle Olimpiadi, Soohorang, la tigre bianca che i piccoli UAV hanno riprodotto sopra lo stadio per omaggiare gli atleti, insieme ad un cuore enorme teso a mostrare l’amore e l’apprezzamento verso di loro e verso i fan di tutto il mondo.

Natalie Cheung, general manager del team del Light Show dei droni Intel, ha dichiarato: “Proprio come la tigre Soohorang, il nostro team di droni ha uno spirito battagliero e la passione nel superare certi limiti e rendere possibili esperienze incredibili. È stato un onore partecipare alla celebrazione dell’atletismo olimpico, e per noi è una vittoria osservare come le nostre animazioni hanno preso vita”.

Non sono state le uniche due volte in cui l’Intel ha messo in opera lo spettacolo dei suoi droni. Era già accaduto durante il CES 2018 e lo scorso anno durante il SuperBowl. La performance dei droni è una bella alternativa ai fuochi d’artificio più tradizionali; ogni drone è in grado di emettere più di 4 miliardi di combinazioni di colori e sono costruiti su misura per scopi di intrattenimento.

Come è possibile tutto ciò? Con un software specializzato e l’interfaccia di animazione, Intel è in grado di creare uno spettacolo di luci coi droni in soli pochi giorni o settimane a seconda della complessità dell’animazione. Basandosi su un’immagine di riferimento, il software di Intel è in grado di calcolare il numero dei droni necessari, la loro posizione nell’aria e il percorso più rapido che ogni drone deve percorrere per entrare in posizione.