In California droni usati per trasportare sangue negli ospedali

drone per trasporto sangue

Una città della California potrebbe essere la prima realtà negli Stati Uniti a utilizzare i droni per consegnare il sangue. Soltanto la Svizzera già li utilizza per trasportare il sangue da una struttura medica ad un’altra.

La società dietro questo progetto è la Matternet con sede a Menlo Park, in California. Il video rilasciato dalla compagnia mostra come sangue o campioni medici possono essere messi in un contenitore, e con la semplice pressione di un pulsante, trasportati autonomamente da un drone.

Lo Stanford Blood Center è interessato a questa tecnologia. Il direttore medico dello Stanford Blood Center ha dichiarato che “utilizzeremo un drone per consegnare il sangue dal nostro centro al vicino Stanford Hospital, che dista solo 5,60 km”.

La distanza con mezzi classici viene coperta solitamente in 30/60 minuti, il drone ne impiegherebbe soltanto 10. La consegna avverrebbe in un punto preciso che si troverebbe in un parcheggio dell’ospedale o in un’area a cui il personale medico potrebbe accedere. “Con questo sistema siamo in grado di risparmiare moltissimo tempo e in genere ridurre gli sprechi in tutto il sistema ospedaliero”, ha dichiarato Andreas Rappopoulous, CEO di Matternet.

La Federal Aviation Administration ha recentemente annunciato che l’agenzia selezionerà un piccolo numero di progetti pilota che potrebbero aiutare all’integrazione dei droni.

“Abbiamo ritenuto che questo sia il momento opportuno per essere in prima linea nello sviluppo di politiche che potrebbero influenzare le città in futuro”, ha affermato il sindaco della città James Keene.

Se approvati, i medici hanno detto che i droni potrebbero essere usati per trasportare sangue in caso di emergenza, dove la tempistica è importante, e non dispongono di abbastanza personale per trasportare le forniture rapidamente. La FAA dovrebbe prendere una decisione entro i prossimi 90 giorni.