Cacciatore confonde drone con un uccello e abbatte il velivolo

caccia
 

E’ alquanto singolare l’episodio che si è verificato sabato scorso nelle campagne di Piadena, località in provincia di Cremona. E’ qui infatti che un drone è stato abbattuto da un cacciatore che, con ogni probabilità, lo ha scambiato per un volatile. Il colpo secco del fucile ha colpito il velivolo – che stava peraltro volando rispettando tutte le norme di sicurezza -, causandone la rottura dell’elica e la conseguente caduta.

Per fortuna l’incidente non ha provocato danni a cose o persone, anche se il pilota del drone si ritrova comunque con un Dji Apr Mavic Pro (del costo di 1.500 euro circa) di fatto rovinato.

Il proprietario del velivolo ha reso nota la vicenda tramite un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, dove ha ringraziato, ovviamente in modo ironico, il cacciatore che gli ha rovinato il drone e che si è poi dato alla fuga a bordo di un’auto di colore verde. Nonostante se la sia data a gambe levate, l’uomo è comunque stato denunciato ai carabinieri che ora sono sulle sue tracce.

“Complimenti a chi ha rilasciato il porto d’armi a questo impavido ‘guerriero’ – ha scritto la DI droni srl, società proprietaria dell’apparecchio -. Questo tale non ha avuto neanche il coraggio di fermarsi, ma è scappato via, in fretta, su una macchina verde. Speriamo vada a fare una visita oculistica, anche se il danno economico ormai è stato fatto. Si ringraziano le forze dell’ordine che sono intervenute e che ora stanno cercando il ‘cecchino'”.