AeroScope della DJI: un nuovo strumento per la privacy e la sicurezza

AeroScope

E’ stato presentato AeroScope, una nuova soluzione della DJI per identificare e monitorare i mezzi aerei a pilotaggio remoto che si basano sulla tecnologia vigente. Il tutto come risposta a tutti i problemi di privacy e sicurezza.

Dal mese di aprile la DJI ha messo a disposizione in due aeroporti internazionali AeroScope e continua a testarlo per migliorare le sue qualità e le sue prestazioni anche in altri ambienti. Aeroscope sfrutta il collegamento tra un drone e il suo dispositivo di controllo remoto per trasmettere i dati telemetrici di base come la direzione, l’altitudine, la velocità, la posizione e le informazioni che identifichino un drone come il numero di serie o di registrazione.

Tutte le parti autorizzate come autorità aeronautiche, forze di polizia, agenzie per la sicurezza possono usare un ricevitore AeroScope per intervenire sulla base delle informazioni ricevute.

Alla presentazione di AeroScope, la DJI ha mostrato come questo potente strumento sia in grado di avvertire immediatamente la presenza di un drone appena questo viene messo in volo e identificare tutte le informazioni come appunto il numero di serie o di registrazione che è come la targa di un veicolo, così da poter dare informazioni sul proprietario di un drone che provoca preoccupazione.

Aeroscope funziona con tutti i droni della DJI ma le altre case produttrici possono tranquillamente configurare i loro velivoli così da funzionare perfettamente con questo potente strumento.