Ad ognuno il suo drone: indiscrezioni su normative ENAC

nuovo regolamento enac droni

nuovo regolamento enac droniAmici dronisti, dilettanti e professionisti, droniedroni.it, nell’attesa che il 6 di luglio venga presentata al consiglio d’amministrazione dell’ENAC la bozza del nuovo regolamento, per non farvi mancare nulla vuole rendervi partecipi di alcune indiscrezioni.

Alle regole di pilotaggio dei droni, saranno apportate rilevanti variazioni, data l’ampia diffusione. Per capirne di più occorre scindere il loro utilizzo in base al tipo di impiego.

Se il loro uso è a scopo professionale, quindi per effettuare riprese aeree, indagini, analisi, filmati e così via, verranno considerati aeromobili e dovranno attenersi al regolamento vigente nel settore dell’aviazione civile, di cui fa capo l’ICAO (agenzia dell’ONU) la quale regola tutte le attività a livello mondiale in questo settore.

I multicotteri ad uso professionale per poter operare dovranno attenersi a tali regolamenti. I droni usati per scopi ludici, rientreranno nella categoria degli aeromodelli e non potranno sorvolare aree critiche, mentre con le dovute cautele e con i dovuti criteri di sicurezza, potranno farlo i droni ad uso lavorativo.

I multicotteri considerati inoffensivi (si terrà conto del peso e di altre caratteristiche per questa valutazione, ad esempio quelli sotto i 2 kg) potranno sorvolare zone critiche e quelli di peso pari ai 300 gr potranno essere pilotati senza alcun attestato da pilota, basterà essere maggiorenni.

In conclusione amici lettori, ad ognuno il suo drone!